Slide toggle

Welcome to Zass

La copertina, morbida e leggera, diventerà un’inseparabile coccola nella crescita del tuo bambino. Colorata e personale, lo accompagnerà dalle passeggiate al parco alla nanna nella cameretta.

Have a Question?

Monday - Friday: 09:00 - 18:30 409 Mladost District, Sofia Bulgaria +359 2 123 456 +359 2 654 321 shop@zass.con

Baby shower, cos’è?

Stavo conducendo con mio marito una vita molto spensierata, senza programmi che andassero oltre la settimana.

Poi qualche preavviso, un test di gravidanza ed il mondo cambia. Il più delle volte non è che un figlio arrivi “per caso” comunque la “rivelazione” ti lascia un momento senza appigli.

La felicità in primo luogo e poi le paure, ce la farò? Sarò una brava mamma? Quando piangerà come farò a capire se sarà per le coliche, per la fame o per il sonno?
Poi domande forse più banali ma alle quali una risposta la si deve pur dare: Che culla dovrò comprare? E la carrozzina? L’ovetto servirà già da subito?
Naturalmente ho iniziato col chiedere consigli a mia madre ed alle mie amiche già mamme, ad andare in negozi specializzati e consultare siti internet.
Un bombardamento incredibile. Tre mesi, i primi, di confusione totale.
Poi il pargolo nasce e la realtà prende il sopravvento. Piange, devo cambiarlo, lo faccio sul fasciatoio in camera o quello in bagno (due me ne hanno regalati)?

Una bambina nasce, le sorridono tutti, qualcuno la stringe, qualcuno la accarezza e poi un giorno si ritrova mamma.

Un racconto intimo, un diario nel diario, un pensiero nella testa, una parola in bocca.

Ero da poco tornata a casa dopo il parto, sono le due di notte, piange: ha ancora fame.
Il biberon, l’unico in quel momento, è da lavare, in compenso ho tre scalda biberon (dico 3).

Parenti e amici sono stati veramente molto cari e presenti ma anche molto scoordinati. Non c’è stato scambio di idee e tutti, pensando di fare dei regali originali, hanno tralasciato i più ovvii.
Quando sono diventata mamma, molti accessori, ora in commercio, non esistevano ancora.
Curiosando in internet ne ho trovati alcuni che avrei certamente acquistato. Il robot per la cucina è tra questi. E’ un accessorio multifunzione che dà la possibilità di cucinare al vapore, frullare, sterilizzare e scaldare il biberon. Avrei risparmiato tempo nel cucinare e spazio in cucina,
sempre avaro per quanto grande possa essere.

Ho scoperto, con grande stupore, culle che oscillano da sole grazie ad un meccanismo elettrico simulando un viaggio in auto e fa addormentare il bambino che avrà la sensazione di essere in macchina. Il materasso culla il bambino avanti e indietro, ha le luci laterali che simulano il traffico della strada e un altoparlante riproduce il rumore del motore sotto la culla.

Io invece allungavo sempre la strada dal nido a casa., sperando mia figlia facesse un pisolino affinché potessi preparare qualcosa per la cena, per fare una lavatrice o anche solo per rilassarmi un po’.

E allora andiamo a scoprire cos’è il baby shower e libero spazio alla lista dei regali.

Il baby shower è una festa organizzata per la futura mamma e per il nascituro.
Shower letteralmente significa doccia, in questo caso una doccia, noi diremmo una cascata, di regali per il bambino ed anche per la mamma.
Il baby shower arriva dall’America ma, sempre più, si sta diffondendo in Europa e quindi anche in Italia.
Tradizionalmente è una festa al femminile, è solitamente organizzata dalle amiche e parenti della mamma per la futura nascita del primogenito ma ciò non toglie che la si possa organizzare anche per gli altri figli o che si possa estendere l’invito anche agli uomini.

La festa viene organizzata dopo il primo trimestre di gravidanza, quello più delicato, e fino a poco prima dell’ottavo mese, il periodo più faticoso.
E’ questa un’occasione per coccolare la mamma e per farle dei regali utili, sia per lei che per il bambino.
Come dicevo, solitamente la festa è organizzata dalle amiche e dalle parenti della mamma, quindi penseranno prevalentemente loro agli inviti, al rinfresco e a stilare una lista di regali così da non avere dei doppioni.
Si può scegliere di regalare calzini, body, cuscini per allattamento, utilissimi anche durante la gravidanza.
Regali graditissimi possono essere biberon e scalda biberon, bavaglie, seggiolini e marsupi.

Molto utili anche i cuscinetti con semi di lino da usare caldi per le coliche e le “nanne” ovvero piccoli “amici” in stoffa per far compagnia al bambino nella culla o nella carrozzina.
Quindi, come vedete, per i regali si può dare spazio alla fantasia.
A volte durante questa festa si annuncia anche il sesso del nascituro. Negli Stati Uniti sovente si usa riempire dei palloncini con dei foglietti rosa o blu e poi si fanno scoppiare rilevando così il sesso del bambino.
Per la festa si può dare libero sfogo alla creatività, organizzare il buffet a seconda dell’orario in cui si svolge, si possono prevedere dei simpatici giochi, ad esempio una caccia al tesoro per “scovare” i regali, giochi ideati per ridere e per passare così, in leggerezza, un po’ di tempo.
Ecco questo è il baby shower, non solo un’occasione per fare dei doni che saranno utilissimi dopo la nascita del bambino ma anche una gioiosa festa per coccolare la futura mamma e farle sentire il calore e la vicinanza delle persone più care.

Per approfondire vi lascio un link di un blog che seguo sempre molto volentieri, trovando sempre argomenti molto interessanti.

https://www.gravidanzaonline.it/gravidanza/baby-shower.htm

show